CoronavirusNews

Nuovi casi a Codogno

0

Nuovi casi a Codogno

Dopo giorni di calma, in cui non si erano più verificati casi di Covid-19 nella zona di Codogno (Lodi), ovvero la prima città nella zona Lombarda ad essere stata colpita dal virus, è arrivata la notizia di un ritorno nel numero di contagi. A questo proposito il sindaco di Codogno ha affermato la presenza di 6 nuove persone risultate positive al tampone. Negli ultimi giorni la città di Codogno aveva respirato di nuovo, dopo che il virus sembrava non aver più contagiato nessuno, restando fermo a 268 casi. Si sperava che la zona rossa avesse funzionato dal momento che qualsiasi attività era stata sospesa e le strade erano completamente deserte.

A causa del trend dei contagi in aumento, il Governatore della Lombardia Fontana ha deciso di prendere nuovi provvedimenti in merito alla faccenda, allargando la cerchia di coloro che potranno essere sottoposti al tampone. Dapprima era stato affermato che solo coloro affetti da più sintomi di Covid-19 (almeno due sintomi su tre) sarebbero stati sottoposti al test del tampone, ad oggi invece è stato affermato che anche i monosintomatici, ovvero coloro che presentano solo un sintomo, verranno controllati, monitorati e sottoposti al tampone. Tutto ciò è stato deciso a causa dell’aumento dei contagi verificatosi nelle giornate, del 26 e del 27 Marzo, dopo giorni in cui la situazione sembrava essere migliorata.  Il Governatore Fontana ha, infine concluso il suo discorso dicendo: “Vedendo poi i dati, e tenendo conto del fatto che la nostra capacita’ media giornaliera e’ di cinquemila, visto che ieri eravamo a seimila, evidentemente qualche laboratorio era in arretrato”. Non ci sono ancora notizie per quanto riguarda gli asintomatici, essi non potendo essere riconosciuti a causa dell’assenza di sintomi, rimarrebbero in incognita. Ad ogni modo, ci si aspetta che questa nuova delibera possa essere un toccasana e ci si aspetta, inoltre, una discesa nel numero dei contagi. Più persone potranno essere sottoposte a controlli verificando la loro positività al Covid-19 in maniera tale che possano essere prese precauzioni maggiori in merito. Il motivo di tutto ciò deriva dal fatto che ci sono ancora troppe persone che circolano per strade e paesi, di conseguenza se non ci si ferma davvero, la pandemia non cesserà di espandersi.

Aumento del numero dei contagi

Previous article

Lombardia: calo di contagi

Next article

You may also like

More in Coronavirus